Finale Porto Sant'Elpidio 2019

Porto SantElpidio 2019
L’Italia del beach soccer cala il Settebello e si aggiudica alla grande, battendo un Canada in fase calante dopo lo splendido avvio, l’esagonale di Porto Sant’Elpidio. Un finale straordinario, quindi, per gli Azzurri, guidati dalla panchina da Maurizio Iorio e capaci ancora una volta di strappare applausi con giocate di elevato contenuto tecnico. Il resto lo ha fatto la cornice di un pubblico che per le tre serate di gare non ha mancato di fornire ai giocatori le energie suppletive nei momenti di trance agonistica. Degna conclusione, dunque, per un torneo come quello di Porto Sant’Elpidio giunto quest’anno alla decima edizione e da considerarsi ormai un classico nel panorama internazionale del beach soccer.
E’ stato Mauro Esposito, ancora una volta, il più lesto a mettersi in azione sotto porta mettendo subito in chiaro le intenzioni degli Azzurri. Poi Gennaro Delvecchio ha offerto l’ennesimo saggio delle proprie qualità siglando una doppietta cui ha risposto Lupino con un analogo exploit. Il resto lo hanno fatto con al solito Ganci e Belardinelli delegando a Loria e Tangorra il compito di proteggere la “saracinesca” Pelizzoli. Per il Canada un esito imprevedibile nella dimensione del risultato che nulla toglie però a quanto di buono hanno fatto vedere i ragazzi di Paolo Ceccarelli nel corso del torneo. La fatica evidentemente ha lasciato il segno e quando gli Azzurri hanno impresso alla partita cadenze esplosive i tempi di reazione sono apparsi inesorabilmente compressi.
Italia-Canada 7-0
ITALIA: Pelizzoli; Tangorra, Lupino, Delvecchio, Ganci, Esposito, Cardinali, Belardinelli, Loria, Quandamatteo. All.: Maurizio Iorio.
CANADA: Alyshaun Kara; Goyo, Shahbaaz Kara, Karafilov, Nathoo, Gesualdi, Martins, Scepanovic, Jankovic, Maraldo, D’Agnillo. All. Paolo Ceccarelli.
MARCATORI: Esposito, Lupino (2), Delvecchio (2), Ganci, Belardinelli.
ARBITRO: Brandi (Fazzari-Mileto)
Molto combattuta, com’era del resto ampiamente prevedibile, la finalina per il terzo e quarto posto, vinta dal Portogallo (4-3) ai supplementari su una Bielorussia irriducibile. Era stato un gol di Lyudochka nel primo tempo a costringere i lusitani a inseguire nella seconda frazione, chiusa sul 2-1 grazie alle reti di Fonseca e del solito Duarte. La Bielorussia però reagiva con forza rimontando prima con Trofim e tornando poi ancora in vantaggio con Lyudochka nelle battute finali del terzo tempo. Missione compiuta? Neanche per idea. Era Duarte ad azzeccare in extremis il gol del 3-3 e a costringere la Bielorussia ai supplementari. Esito scontato: ancora Duarte metteva a segno la terza rete personale della serata e consegnava al Portogallo un sudatissimo posto sul podio.
Portogallo-Bielorussia 4-3 (dopo i supplementari)
PORTOGALLO: Marco; Simao, Nelson, Fonseca, Duarte, Marco jr., Ivo. All.: Marco Fernandes.
BIELORUSSIA: French; David jr., Trofim, Sanes, Margosha, Suhovey, Krivonoska, Roshen, Lyudocha. All.: Alex Danila
MARCATORI: Lyudochka (2), Trofim, Duarte (3), Fonseca.
ARBITRI: Tiberia (Mkileto-Fazzari)
Nella finale per il quinto e sesto posto la sorpresa è arrivata ancora una volta dal Gambia, trascinato da un Daffeh dalle cadenze irresistibili: quattro reti delle sette che hanno travolto il Marocco per il 7-3 finale, recano la sua firma. Ma il vero protagonista, con interventi strepitosi, è stato il portiere Jessey, premiato alla fine come il miglior “numero 1” del torneo. Il Marocco, debuttante nel beach soccer, ha opposto un’orgogliosa resistenza ma ben poco ha potuto contro la fisicità dei ragazzi di Massimo Izzo, che ha guidato il Gambia sdalla panchina.
Gambia-Marocco 7-3
GAMBIA: Jessey; Drammeh, Ceesay, Kujabi, Manjang, Jaitteh, Fofana, Darboe, Jobe, Gighaie. All.: Massimo Izzo.
MAROCCO: Aithida; Benchabi, Kaabi, Mesgouid, Saidi, Hamimi, Madjoudi, Hanchi. All.: Hanchi Ramsi
MARCATORI: Daffeh (4), Ceesay, Kujabi, Darboe, Saidi, Madjoudi, Hamimi.
ARBITRO: Fazzari (Brandi-Tiberia).