Sharm El Sheikh, Finale Italia-Portogallo

Sharm Italia Portogallo
 
Grande Italia ma grandissimo Portogallo, con un irrefrenabile Nuno Almeida che ha fatto la differenza ergendosi nella finale del torneo internazionale di Sharm el Sheikh (5-2 per i lusitani) ad autentico trascinatore. Il beach soccer ha confermato in ogni caso tutto il proprio appeal in una cornice davvero fantastica come quella della Domina Coral Bay, di fronte a un pubblico delle grandi occasioni.
La finalissima del torneo IBS non ha deluso quindi aspettative comprensibilmente elevate regalando momenti di gioco spettacolari e di alta caratura tecnica. I portoghesi, in giornata di grazia, hanno contraddetto un pronostico che sembrava favorire gli azzurri: lo hanno fatto però con pieno merito confermandosi squadra abile sia nelle soluzioni individuali, che nel beach soccer sono spesso determinanti, sia nel rispetto delle esigenze del collettivo. Il tutto potendo contare sulla presenza di un Nuno Almeida a tratti devastante.
Gli azzurri, con Di Michele e Berrettoni ancora una volta encomiabili, sono entrati in campo determinanti dando l’impressione di poter gestire agevolmente il gioco. Di Michele è andato in gol all’8’ del primo tempo costringendo i portoghesi a inseguire. Duarte ha pareggiato al 6’ del secondo parziale e Nuno Almeida ha segnato all’11’ il gol del momentaneo vantaggio, subito annullato un minuto più tardi da Berrettoni. Il crollo degli azzurri, improvvisamente in debito di ossigeno, nel terzo e ultimo tempo: al 1’ il terzo gol portoghese (Nuno Almeida), al 5’ la rete di Junior Pires e al 12’ la sigla definitiva di Nuno Almeida per il 5-2 finale. Nella finale per il terzo posto, anche in questo caso a sorpresa, è stata l’Argentina a imporsi sul Brasile con un risultato (8-5) che la dice lunga sulle emozioni della partita. Mattatore di giornata il solito Ramiro Lago, autore di sei reti di splendida fattura e issatosi di conseguenza ai vertici della classifica cannonieri. Di Garbini le altre due reti, mentre per il Brasile capitano Dimas è andato tre volte in gol (di Guilherme Carmago e Alan le altre reti).